Greenways Italia, il progetto binari verdi

Binari veri, il progetto di Greenways

Binari verdi è il progetto di Greenways che punta a trasformare vecchi binari abbandonati in percorsi naturalistici. Il nostro territorio è unico al mondo per la ricchezza del suo patrimonio storico, culturale e ambientale perciò rappresenta lo scenario ideale per uno sviluppo progettuale legato al concetto dei cosiddetti “percorsi verdi”.

Binari verdi come nelle fiabe, il progetto di Greenways

Recuperare vecchie linee ferroviarie dismesse per creare percorsi verdi tesi a valorizzare la mobilità dolce e una nuova forma di turismo attivo, responsabile e sostenibile. Binari Verdi è l’iniziativa promossa dall’Associazione italiana Greenways Onlus (qui il loro sito ufficialenata a Milano nel 1998 in occasione di un seminario presenziato dal prof. Julius Fabos dell’Università del Massachussets, capofila internazionale del movimento delle greenways.

Percorsi verdi, le caratteristiche

In un articolo pubblicato nel blog Comune, Marco Grilli  spiega che i percorsi verdi si contraddistinguono per sei caratteristiche principali: sicurezza, in quanto sono separati dalla rete stradale ordinaria; accessibilità, nel senso che possono fruirne tutti, dai bambini, agli anziani fino alle persone diversamente abili; circolazione dolce; multi-utenza, poiché adatti a ciclisti, pedoni, escursionisti a cavallo ecc.; recupero di infrastrutture e strutture esistenti e infine integrazione con l’ambiente naturale, visto e considerato che i percorsi verdi si chiamano così proprio perché offrono un accesso rispettoso alle aree di particolare pregio naturale, svolgendo un’importante funzione educativa e consentendo uno sfruttamento sostenibile del territorio.

Il turismo si fa sempre più green

Che le nuove frontiere del turismo siano sempre più orientate alla sostenibilità ambientale ve lo avevamo già anticipato. Detto ciò, se è vero che la risposta ai problemi dell’urbanizzazione sparsa sta in una crescita intelligente basata su tre punti principali, ovvero uno sviluppo ad alta o media densità territoriale, il recupero delle strutture abbandonate e dei centri storici e infine una progettazione degli insediamenti e del movimento che predisponga gli opportuni collegamenti e un corretto equilibrio tra i diversi mezzi di trasporto, i percorsi verdi rispondono appieno a questa logica di recupero green.

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Diventa un autore Greenpink

Credi di avere le competenze necessarie per contribuire al nostro magazine? Sei un blogger? Hai voglia di metterti in gioco? Inviaci una tua mini-bio, i tuoi contatti, i tuoi interessi e le idee che vorresti sviluppare. Verrai contattato dal nostro team che ti spiegherà come funziona la selezione per entrare a far parte di Greenpink.

Sending

©2016 Love & Culture il Magazine di Greenpink

Greenpink srl - p.iva IT04724210283

Log in with your credentials

Forgot your details?

Vai alla barra degli strumenti