Donne Greenpink: Jolanda Restano

jolegrande.jpg

Jolanda Restano, 41 anni, originaria di Vercelli per anni impegnata professionalmente nella ricerca scientifica, lancia nel 2000 filastrocche.it, uno dei servizi on-line di maggior successo in Italia dedicati all’infanzia, che oggi propone un database di oltre 17.000 testi e migliaia di creazioni raccolte con la partecipazione del pubblico della rete.

Professionalmente nasci come ricercatrice nel campo scientifico ma ormai sei una blogger di successo, ci racconti quando e come è nato il tuo blog Filastrocche.it?
È nato quando sono diventata mamma di una bambina (che oggi ha 14 anni). Ero a casa in maternità e avevo un po’ di tempo libero, e così un po’ per gioco ho aperto il sito Filastrocche.it.
Ho sempre avuto la passione per la letteratura per bambini e per i temi legati all’infanzia, e l’essere diventata mamma mi ha portato ad approfondire questa passione, che poi si è trasformata nel mio lavoro. All’inizio ho inserito le filastrocche che mi raccontava mia nonna, poi ho chiesto alla gente di inviarmi altre ninna nanne e filastrocche da inserire nel sito. Da quel momento in poi il sito è cresciuto moltissimo, adesso abbiamo più di 18 mila testi in tante lingue diverse.

Professionalmente nasci come ricercatrice nel campo scientifico ma ormai sei una blogger di successo, ci racconti quando e come è nato il tuo blog Filastrocche.it?

È nato quando sono diventata mamma di una bambina (che oggi ha 14 anni). Ero a casa in maternità e avevo un po’ di tempo libero, e così un po’ per gioco ho aperto il sito Filastrocche.it. Ho sempre avuto la passione per la letteratura per bambini e per i temi legati all’infanzia, e l’essere diventata mamma mi ha portato ad approfondire questa passione, che poi si è trasformata nel mio lavoro. All’inizio ho inserito le filastrocche che mi raccontava mia nonna, poi ho chiesto alla gente di inviarmi altre ninna nanne e filastrocche da inserire nel sito. Da quel momento in poi il sito è cresciuto moltissimo, adesso abbiamo più di 18 mila testi in tante lingue diverse.

Filastrocche.it è uno dei siti di maggior successo in Italia che fornisce contenuti dedicati all’infanzia, a cosa pensi sia dovuto il suo successo?

Secondo me gli utenti percepiscono la passione che passa attraverso il sito, in quanto parlo, scrivo e dialogo di cose che mi piacciono. Filastrocche.it è molto curato, rispondo sempre alla gente che mi scrive e coinvolgo gli altri utenti, offrendo loro dei servizi, ad esempio aiutandoli a ricostruire i testi delle filastrocche di cui ricordano solo qualche strofa. E poi quando ho cominciato non esistevano molti siti e forse emergere è stato un pochino più facile, anche se era più difficile trovare utenti data la poca diffusione della rete.

In una giornata quanto tempo riesci a stare lontana dal PC?

Dal PC posso anche allontanarmi ogni tanto (la mia vita in certi periodi è piuttosto frenetica), ma il mio telefonino si spegne solo quando vado a dormire…

Oltre ad essere una blogger sei anche moglie e mamma: come fai a gestire il lavoro e la famiglia?

L’ufficio sotto casa aiuta e il fatto di lavorare in società con mio marito è senz’altro un vantaggio. Certo, come quasi tutte le mamme sono sempre di corsa… E’ tutta questione di organizzazione e ci sono trucchi del mestiere: io ad esempio la spesa la faccio lo spesone una volta alla settimana e le attività pomeridiane dei miei figli si svolgono rigorosamentre nel quartiere.

3 aggettivi per descriverti

Spontanea, vulcanica, creativa.

Ci racconti una tua giornata tipo? E anche una tua nottata tipo visto i tantissimi impegni che hai 🙂

Sveglia alle 7, caffè per me e colazione (abbondante) per gli altri, rassegna stampa web e primo post su FBook, accompagno i bimbi a scuola e poi vado in ufficio e accendo il PC. Telefonini che squillano, chiamate skype e appuntamenti vari. A pranzo a volte mangiamo tutti insieme con i miei figli quando tornano da scuola e i miei colleghi e poi di nuovo lavoro, con un occhio da regista a quello che fanno i ragazzi (compiti, sport, catechismo, ripetizioni di greco ecc.). Cena in famiglia e dopocena tutti in salotto, chi a finire i compiti, chi a lavorare, chi sui social e chi alla TV. Fino al coprifuoco, dove si stacca il wifi e tutti a nanna!

Diventa un autore Greenpink

Credi di avere le competenze necessarie per contribuire al nostro magazine? Sei un blogger? Hai voglia di metterti in gioco? Inviaci una tua mini-bio, i tuoi contatti, i tuoi interessi e le idee che vorresti sviluppare. Verrai contattato dal nostro team che ti spiegherà come funziona la selezione per entrare a far parte di Greenpink.

Sending

©2016 Love & Culture il Magazine di Greenpink

Greenpink srl - p.iva IT04724210283

Log in with your credentials

Forgot your details?

Vai alla barra degli strumenti