Minestra di verdure con manfattini

C’è ancora uno strascico di fresco in questa primavera appena cominciata, quindi un piatto di minestra ci sta ancora bene. Diciamo anche che in questo periodo, che ci vede tutti a casa obbligatoriamente, avremo tutti un po’ di avanzi di verdure varie nel cassetto del frigorifero, ecco un modo molto gustoso di riciclare tutto e di arricchirlo con una pasta fatta in casa, molto semplicemente alla moda romagnola.

Prima di tutto avviate una mezz’ora prima del brodo vegetale, usando tutti gli scarti delle verdure, aggiungete un po’ di sale e tenete in caldo.

Vi racconto quello che ho usato io per questa minestra, ovviamente voi adopererete quello che avete in casa, non dovrà mancare cipolla e patata.

Riducete tutte le verdure in piccoli pezzi, io ho usato carota 🥕, sedano rapa, porro e i gambi di un broccolo🥦

In una casseruola capiente versate un po’ d’olio evo e la cipolla che dovrete far stufare a fuoco medio, senza farla abbrustolire, io ho anche messo un po’ di rosmarino e salvia che ho tolto dopo la rosolatura;  poi unite le patate e le carote ed eventualmente altri cubetti di verdura più consistente come il sedano rapa che ha bisogno di una maggiore cottura. Fate scaldare bene e cuocete per qualche minuto, quindi aggiungete le verdure più tenere come il porro nel mio caso.

A questo punto dovrete aggiungere il brodo ben caldo fino a coprire tutto  e cuocete almeno una mezzoretta.

Intanto preparate la pasta, questa è una pasta rustica tipica della cucina romagnola che preparano le ‘zdore. Unite 200 g di farina 🍚 con 1 uovo🥚,  1 pizzico di sale e un po’ d’acqua, quel tanto che basta per poter creare un impasto dalla consistenza abbastanza sostenuta. Come sempre l’impasto andrà fatto riposare un po’, mettetelo coperto in un angolo della cucina.

Allargate l’impasto con un matterello con un’altezza di mezzo centimetro, fate dei tagli prima orizzontalmente e poi verticalmente in modo da ottenere dei cubetti, lasciateli sul piano di lavoro ad asciugare un po’.

Appena la minestra sarà cotta, dovrà essere abbastanza “brodosa” per accogliere la pasta, con un coltello fate alcuni tagli disordinati alla pasta in modo da renderla un po’ più piccola e diseguale. Assaggiate ed aggiustate di sale la minestra,  pepate se vi piace ed aggiungete la pasta che cuocerà veramente in pochi minuti in quanto fresca.

Lasciate coperta la casseruola a fuoco spento per qualche minuto, nel frattempo cubettate della fontina, come ho fatto io, oppure un altro tipo di formaggio sempre a pasta compatta e non troppo stagionato. Quando impiattate aggiungete il formaggio sopra, un giro d’olio e … buon appetito!

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Diventa un autore Greenpink

Credi di avere le competenze necessarie per contribuire al nostro magazine? Sei un blogger? Hai voglia di metterti in gioco? Inviaci una tua mini-bio, i tuoi contatti, i tuoi interessi e le idee che vorresti sviluppare. Verrai contattato dal nostro team che ti spiegherà come funziona la selezione per entrare a far parte di Greenpink.

Sending

©2016 Love & Culture il Magazine di Greenpink

Greenpink srl - p.iva IT04724210283

Log in with your credentials

Forgot your details?

Vai alla barra degli strumenti