Primo evento sostenibile certificato dalla Regione Umbria con il marchio “Green Heart Quality”

perugia2.jpg

L’evento “Comunicazione & green economy”, promosso dall’assessorato delle Politiche energetiche e ambientali del Comune di Perugia, che si è svolto giovedì scorso presso l’Auditorium Sant’Anna di Perugia, è stato il primo evento sostenibile certificato dalla Regione Umbria con il marchio di recente introduzione “Green Heart Quality”  

L’evento “Comunicazione & green economy”, promosso dall’assessorato delle Politiche energetiche e ambientali del Comune di Perugia, che si è svolto giovedì scorso presso l’Auditorium Sant’Anna di Perugia, è stato il primo evento sostenibile certificato dalla Regione Umbria con il marchio di recente introduzione “Green Heart Quality”  
(http://www.regione.umbria.it/Mediacenter/FE/articoli/green-heart-quality.html).
Il convegno, coordinato dall’assessore Lorena Pesaresi, aveva come obiettivo quello di formare e informare gli operatori del settore della Green economy sul tema della comunicazione sostenibile, con l’intento di sensibilizzare i professionisti del settore, attraverso anche la descrizione delle buone pratiche già adottate da alcune aziende, quali Aboca (http://www.aboca.it), per cui è intervenuto il responsabile della Comunicazione istituzionale Davide Mercati, Novamont (http://www.novamont.com), rappresentata dalla Consulente Daniela Riganelli, Gruppo Creativo (http://www.gruppocreativo.biz), per cui ha parlato la presidente Tatiana Mezzetti, e Hosting Sostenibile (http://www.hostingsostenibile.it), rappresentata dal fondatore Giuseppe Cataudo.
Dai lavori è emerso chiaramente come la sostenibilità della comunicazione e del marketing delle Aziende vuol dire valorizzare le produzioni locali, privilegiare l’agricoltura biologica e ridurre quella intensiva, contenere il consumo di carta e di imballaggi, diminuire l’emissione di CO2 nell’atmosfera, ma, soprattutto, è stata condivisa da tutti i partecipanti l’idea che tali pratiche siano da progettare in maniera sinergica tra loro, vadano adeguatamente portate alla conoscenza del pubblico e valorizzate anche attraverso la progettazione di eventi anch’essi sostenibili.
L’assessore Lorena Pesaresi ha ricordato ai presenti l’impegno dell’amministrazione comunale, e anche di quella regionale, nel promuovere la raccolta differenziata, nel contenere l’uso di energia per i circa 28mila punti luce che sono disseminati nel territorio cittadino, e nel prevedere finanziamenti solo per le sagre che dimostrino di svolgere in modo preciso e puntuale la differenziazione dei rifiuti, mentre gli altri relatori hanno esposto i punti di eccellenza rappresentati dai 1000 ettari coltivati solo in maniera biologica da Aboca, l’impegno di Novamont nella produzione delle bioplastiche e l’“ecologia digitale” promossa da Hosting Sostenibile nell’alimentazione ad esempio dei server seguiti per i clienti dall’azienda.
In questo quadro l’organizzazione di Gruppo Creativo, applicando il regolamento previsto dalla Regione Umbria per la concessione del marchio “Green Heart Quality”, ottenuto per la prima volta in assoluto da questo evento, si è preoccupata di:
 
– Ridurre le emissioni
L’invito invogliava gli ospiti a spostarsi con il minimo numero di auto, organizzandosi in gruppi.
– Salvaguardare la natura e gli alberi
La diffusione degli inviti è stata effettuata solo in formato digitale; le conferme o adesioni erano richieste solo a mezzo mail, mentre per le registrazioni è stato utilizzato un computer. I supporti cartacei (es. locandine) sono stati stampati su carta riciclata e certificata FSC. Per quanto riguarda l’allestimento sono stati privilegiati allestimenti in materiale riciclato.
– Ridurre gli sprechi energia
L’uso dell’illuminazione della è stato ridotto al necessario, sfruttando, fin quando possibile, la luce solare.
– Adottare un catering a Km 0
Per l’aperitivo è stato usato cibo nel rispetto della cultura del territorio, a filiera corta e controllata.
– Ridurre l’uso della plastica
L’acqua, per relatori ed ospiti, è stata servita in brocche, evitando l’uso di bottiglie di plastica.
– Usare materiali biodegradabili
Per il catering erano utilizzati materiali monouso in bioplastica certificata, biodegradabili e compostabili.L’evento “Comunicazione & green economy”, promosso dall’assessorato delle Politiche energetiche e ambientali del Comune di Perugia, che si è svolto giovedì scorso presso l’Auditorium Sant’Anna di Perugia, è stato il primo evento sostenibile certificato dalla Regione Umbria con il marchio di recente introduzione “Green Heart Quality”  

Il convegno, coordinato dall’assessore Lorena Pesaresi, aveva come obiettivo quello di formare e informare gli operatori del settore della Green economy sul tema della comunicazione sostenibile, con l’intento di sensibilizzare i professionisti del settore, attraverso anche la descrizione delle buone pratiche già adottate da alcune aziende, quali Aboca (http://www.aboca.it), per cui è intervenuto il responsabile della Comunicazione istituzionale Davide Mercati, Novamont (http://www.novamont.com), rappresentata dalla Consulente Daniela Riganelli, Gruppo Creativo (http://www.gruppocreativo.biz), per cui ha parlato la presidente Tatiana Mezzetti, e Hosting Sostenibile (http://www.hostingsostenibile.it), rappresentata dal fondatore Giuseppe Cataudo.

Dai lavori è emerso chiaramente come la sostenibilità della comunicazione e del marketing delle Aziende vuol dire valorizzare le produzioni locali, privilegiare l’agricoltura biologica e ridurre quella intensiva, contenere il consumo di carta e di imballaggi, diminuire l’emissione di CO2 nell’atmosfera, ma, soprattutto, è stata condivisa da tutti i partecipanti l’idea che tali pratiche siano da progettare in maniera sinergica tra loro, vadano adeguatamente portate alla conoscenza del pubblico e valorizzate anche attraverso la progettazione di eventi anch’essi sostenibili.

L’assessore Lorena Pesaresi ha ricordato ai presenti l’impegno dell’amministrazione comunale, e anche di quella regionale, nel promuovere la raccolta differenziata, nel contenere l’uso di energia per i circa 28mila punti luce che sono disseminati nel territorio cittadino, e nel prevedere finanziamenti solo per le sagre che dimostrino di svolgere in modo preciso e puntuale la differenziazione dei rifiuti, mentre gli altri relatori hanno esposto i punti di eccellenza rappresentati dai 1000 ettari coltivati solo in maniera biologica da Aboca, l’impegno di Novamont nella produzione delle bioplastiche e l’“ecologia digitale” promossa da Hosting Sostenibile nell’alimentazione ad esempio dei server seguiti per i clienti dall’azienda.

In questo quadro l’organizzazione di Gruppo Creativo, applicando il regolamento previsto dalla Regione Umbria per la concessione del marchio “Green Heart Quality”, ottenuto per la prima volta in assoluto da questo evento, si è preoccupata di:

– Ridurre le emissioni: l’invito invogliava gli ospiti a spostarsi con il minimo numero di auto, organizzandosi in gruppi.

– Salvaguardare la natura e gli alberi: la diffusione degli inviti è stata effettuata solo in formato digitale; le conferme o adesioni erano richieste solo a mezzo mail, mentre per le registrazioni è stato utilizzato un computer. I supporti cartacei (es. locandine) sono stati stampati su carta riciclata e certificata FSC. Per quanto riguarda l’allestimento sono stati privilegiati allestimenti in materiale riciclato.

– Ridurre gli sprechi energia: l’uso dell’illuminazione della è stato ridotto al necessario, sfruttando, fin quando possibile, la luce solare.

– Adottare un catering a Km 0: per l’aperitivo è stato usato cibo nel rispetto della cultura del territorio, a filiera corta e controllata.

– Ridurre l’uso della plastica: l’acqua, per relatori ed ospiti, è stata servita in brocche, evitando l’uso di bottiglie di plastica.

– Usare materiali biodegradabili: per il catering erano utilizzati materiali monouso in bioplastica certificata, biodegradabili e compostabili.

Diventa un autore Greenpink

Credi di avere le competenze necessarie per contribuire al nostro magazine? Sei un blogger? Hai voglia di metterti in gioco? Inviaci una tua mini-bio, i tuoi contatti, i tuoi interessi e le idee che vorresti sviluppare. Verrai contattato dal nostro team che ti spiegherà come funziona la selezione per entrare a far parte di Greenpink.

Sending

©2016 Love & Culture il Magazine di Greenpink

Greenpink srl - p.iva IT04724210283

Log in with your credentials

Forgot your details?

Vai alla barra degli strumenti