Due donne italiane al top dell’Editoria Digitale internazionale

Due-donne-italiane-al-top-dellEditoria-Digitale-internazionale.jpg

Capita spesso di parlare di quanto sia lungo ancora il cammino che porterà alla partità di genere in Italia. E non crediate che il mondo della comunicazione sia uguale, con tutti i posti strategici che spesso e volentieri sono occupati da uomini.

Le donne italiane però, non appena varcano i confini del nostro paese, sono subito grandi protagoniste, come dimostrano i casi di Paola Mazzucchi e Cristina Mussinelli, elette in questi giorni ai vertici di due diverse organizzazioni internazionali che operano nel campo dell’innovazione e in quello dell’editoria digitale.

Paola Mazzucchi

Attiva già da tempo all’interno dell’AIE (Associazione Editori Italiana), in cui si occupa di innovazione tecnologica, Paola Mazzucchi è stata eletta a capo dell’IDF, l’International DOI Foundation, ovvero l’organismo che controlla il sistema DOI.

Il DOI, come si può leggere nel sito del mEDRA, è uno standard internazionale che permette di identificare nel mondo digitale qualsiasi contenuto abbia una precisa proprietà intellettuale:

Il Digital Object Identifier è uno standard che consente di identificare persistentemente, all’interno di una rete digitale, qualsiasi oggetto di proprietà intellettuale e di associarvi i relativi dati di riferimento, i metadati, secondo uno schema strutturato ed estensibile. Il DOI è stato definito “il codice a barre per la proprietà intellettuale”: analogamente ai codici a barre dei prodotti fisici, l’utilizzo dei DOI costituisce un valore aggiunto e consente il risparmio di risorse lungo l’intera catena produttiva e commerciale.

Si tratta di uno standard sempre più fondamentale, utilizzato dagli editori ma anche dall’industria americana del cinema, solo per fare due esempi. Peraltro l’AIE, attraverso la controllata mEDRA, è responsabile di una delle 9 agenzie che ha l’autorizzazione per gestire uno standard così complesso ed importante.

Cristina Mussinelli

Cristina Mussinelli è la responsabile AIE per l’editoria digitale, ma ricopre anche il ruolo di segretario generale della Fondazione LIA (Libri italiani accessibili).

È l’unica donna nel board dell’IDPF (International Digital Publishing Forum), board all’interno del quale è stata peraltro eletta per la terza volta. L’IDPF è l’organizazione che cura gli standard di produzione di contenuti digitali editoriali a livello internazionale e, oltre alla Mussinelli, nel board sono stati eletti anche Graham Bell (EDItEUR), Eoin Noble (Safari Books Online), George Kerscher (DAISY Consortium), Garth Conboy (Google) e Pierre Danet (Hachette Livre).

Diventa un autore Greenpink

Credi di avere le competenze necessarie per contribuire al nostro magazine? Sei un blogger? Hai voglia di metterti in gioco? Inviaci una tua mini-bio, i tuoi contatti, i tuoi interessi e le idee che vorresti sviluppare. Verrai contattato dal nostro team che ti spiegherà come funziona la selezione per entrare a far parte di Greenpink.

Sending

©2016 Love & Culture il Magazine di Greenpink

Greenpink srl - p.iva IT04724210283

Log in with your credentials

Forgot your details?

Vai alla barra degli strumenti