Dal rifiuto al gioiello

collanaNEFERTITI.JPG

Rifiuti che diventano bijou. Il Museo del riciclo, portale web avviato tre anni fa da Ecolight – il consorzio che si occupa della gestione dei raee, delle pile e degli accumulatori giunti a fine vita – dedica una sezione al tema degli eco-gioielli.
Si tratta di monili decorativi nati dalla creatività di artisti che hanno voluto lavorare materiali destinati alla discarica per farne degli oggetti preziosi. Anelli, collane, orecchini e bracciali ma anche gemelli e spille hanno trovato una nuova forma e una nuova identità, dando nuova vita ai rifiuti. Per il lancio della sezione è stata scelta la collezione byLudo realizzata con parti di tastiere e mouse da una giovanissima artista: Ludovica Cirillo.

Oltre ai raee (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche), utilizzati per esempio anche da Cristian Visentin che ha trasformato vecchie schede elettroniche in anelli e collane, il Museo del riciclo testimonia l’uso di carta, plastica derivata dalle bottiglie, bottoni e metalli per la creazione di gioielli. I rifiuti elettronici, per quanto poco conosciuti, rappresentano un’importante miniera di materie che possono essere riutilizzate: “Parliamo di plastica, ferro, metalli e vetro che compongono prevalentemente i rifiuti elettronici. Se conferiti correttamente, dai raee è possibile ottenere materie prime seconde capaci di far risparmiare energia”, sottolinea il direttore generale di Ecolight, Giancarlo Dezio.

 

Per saperne di più vai su il museo del riciclo

Diventa un autore Greenpink

Credi di avere le competenze necessarie per contribuire al nostro magazine? Sei un blogger? Hai voglia di metterti in gioco? Inviaci una tua mini-bio, i tuoi contatti, i tuoi interessi e le idee che vorresti sviluppare. Verrai contattato dal nostro team che ti spiegherà come funziona la selezione per entrare a far parte di Greenpink.

Sending

©2016 Love & Culture il Magazine di Greenpink

Greenpink srl - p.iva IT04724210283

Log in with your credentials

Forgot your details?

Vai alla barra degli strumenti